Intervista di David Archuleta per “Idol Chatter”

Pubblicato: marzo 15, 2010 da Lil Mermaid Alex in News in evidenza
Tag:, ,

E’ stata pubblicata ieri sul sito di Idol Chatter una bellissima intervista a David in cui si parla di Nashville, dei nuovi brani e di molto altro ancora.

Vi proponiamo di seguito la traduzione integrale dell’articolo, fateci sapere cosa ne pensate.

“David Archuleta parla di Nashville, dei nuovi brani e dell’imminente uscita della sua autobiografia”

David Archuleta

La scorsa settimana David Archuleta è tornato a Nashville per scrivere nuovi brani per il suo prossimo album. Come già aveva fatto durante la sua ultima visita ad Ottobre, ha lavorato con la cantautrice Joy Williams, alloggiando anche presso la residenza della Williams e di suo marito, Nate Yetton.

A volte le persone pensano ‘Nashville, ci sono solo il paesaggio e le ballate’ ” dice David venerdì mattina, mentre fa colazione con una ciotola di cereali e granola. “Ci sanno fare in questo, tengono davvero alla musica. A volte la gente dimentica quanto essa sia speciale, si perde in pensieri come ‘Ci serve una hit’, ‘Ci serve il tormentone’. E in questi casi viene a mancare ciò che io amo della musica”.

David e la Williams hanno lavorato a stretto contatto con altri compositori durante l’ultima settimana, tra cui Cary Barlowe (co-autrice dell’ultima hit country di Lady Antebellum “American Honey”), Hilary Lindsey (che ha scritto i brani “Jesus” e “Take The Weel” di Carrie Underwood), Danny Orton (che ha firmato “Telluride” di Josh Gracin e Tim McGraw), Jenn Schott e Jamie Kenney.

Jamie è una persona molto sensibile“, dice il cantante 19enne. “Anche le melodie, e il modo in cui suona il pianoforte sono davvero piene di emotività. Mentre suonava la partitura per pianoforte del brano, era attentissimo al modo in cui suonava, a quanta motivazione e intensità ci metteva e a cosa si stava cercando di trasmettere e far provare con quel pezzo. Mi è piaciuto moltissimo tutto questo. Non ho mai visto nessuno dare importanza a questo tipo di dettagli, e ho apprezzato molto“.

Martedì, ad esempio, David, la Williams, Kenney e Jesse Frasure hanno scritto un brano intitolato “Nervous”. “Parla della tenacia nel non mollare e continuare a fare qualcosa, anche se ci spaventa” dice David. “Il tema di base è ‘Qual’è il problema se sono nervoso?’ A volte devi affrontare certi rischi, e a volte essi ti innervosiranno, ma perchè questa dovrebbe essere vista come una scusa? A volte fa parte del gioco. E a volte queste sono proprio le cose che ti fanno sentire più soddisfatto“.

Lunedì è stata scritta una canzone d’amore con Jeremy Bowes e Cindy Morgan (“Non riguardava nessuno in particolare; era incentrata sulla curiosità di chi sarà questa persona speciale nel futuro“). Mercoledì è stato il turno di una ballata con Kenney e Schott (“E’ un brano sincero, nel quale c’è l’ammissione di non essere perfetti…E’ incentrato sull’essere onesti fino in fondo“).

In totale, David rivela di avere scritto fino ad oggi circa 20 brani per il suo nuovo album. E pur volendo realizzare singoli destinati a diventare delle hit, afferma che per lui è nettamente più importante riversare la propria personalità nella sua musica.

Molte persone sanno chi sono e dicono di essere mie fan, ma non sanno neanche che ho già realizzato un album” dice. “Queste persone sono fan, ma la cosa interessante è che lo sono non perchè conoscono la mia musica“.

Voglio che la gente dica ‘Ammiro ciò che David sta facendo perchè in questo ci sta mettendo tutto sè stesso e sta cercando al massimo di rimanere fedele alla persona che è, e tutto questo si nota nella sua musica. Posso riconoscerlo nella sua musica. Posso capire la sua personalità, e posso percepire ciò in cui crede e ciò che è importante per lui‘”.

David ha iniziato a scrivere pezzi inediti per il suo nuovo album lo scorso autunno, ma aveva momentaneamente il suo lavoro con l’uscita dell’album di Natale e l’inizio di un breve tour. Successivamente è stato impegnato sulla stesura della sua autobiografia “Chords of Strength: A Memoir of Soul, Song and the Power of Perseverance”, il cui lancio è previsto per l’1 Giugno.

Ora finalmente posso dedicarmi alla musica“.

Scrivere ‘Chords of Strength’ è stato un processo impegnativo” dice David. “Non ho mai pensato di essere abbastanza interessante per scrivere un libro su di me. Non ho mai pensato di avere abbastanza parole da spendere su di me che potessero essere davvero interessanti”.

David ha definito l’esperienza di scrivere un libro come un utilissimo insegnamento, “perchè mi ha aiutato a ricordare cose alle quali non ho pensato per tantissimo tempo. A volte vieni trascinato in pensieri ai quali tutti rivolgono la loro attenzione – la musica, American Idol – che riguardano la tua vita. Sono come dei mondi nei quali sei nato“.

Alcune persone non pensano nemmeno alla tua vita prima dell’inizio della tua carriera artistica. Anche lo scrittore che mi ha affiancato avrebbe incentrato tutto solo sulla musica. Io ho iniziato ad amarla e a cantare quando avevo 6 anni. Ma non mi sono davvero appassionato a tutti questo prima di compiere 11 anni. Ho vissuto senza che la mia vita fsse necessariamente la musica, prima di scoprire davvero questa passione“.

Ma la mia vita non è soltanto la musica. Essa è una parte della mia vita. Questo è ciò che ho cercato di trasmettere: la musica è una parte della mia vita, ma non è la mia vita“.

Solitamente David evita di parlare del suo credo religioso durante le interviste. “Non voglio scocciare la gente” dice. “Le persone hanno punti di vista differenti, e io cerco di rispettare ciò. Penso alla musica come un universo che ci accomuna, perciò lascio che sia lei a parlare“.

Egli entra però nel merito di questo argomento della fede in “Chords of Strength”.

Ho deciso che se la gente vuole scoprire chi sono davvero, deve sapere anche questo di me, deve conoscere questo aspetto della mia vita e quanto è importante per me, e come ha influito sulle mie decisioni, sulle mie convinzioni e sulla mia personalità“.

Sono convinto che Dio sia la ragione per la quale sono qui, e anche il modo in cui io cerco di fare sì che ciò che provo è giusto è la ragione per cui sono qui“.

A volte ho l’impressione di non avere abbastanza conoscenze per rivestire questo ruolo. Non so se me lo merito. Ma Dio ha diversi progetti per me, e io credo in lui“.

Mentre l’ultimo viaggio di David a Nashville non era incentrato solamente sulle sessioni di stesura dei nuovi brani, questa visita è totalmente dedicata a ciò. Non è neanche potuto andare al concerto di Lady Antebellum, al quale sarebbe voluto andare insieme all’attrice/cantante Jennette McCurdy, perchè si trovata in studio per registrare un nuovo pezzo.

Voglio andare a Pancake Pantry” dice. “E’ un posto di cui tutti mi parlano, e non ci sono ancora stato“.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...